UN TUFFO NELLA TRADIZIONE CON LA PECORELLA DI PASQUA SICILIANA

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on skype

Pecorella di Pasqua siciliana: riscopriamo la tradizione culinaria della nostra terra che per le festività pasquali propone questo caratteristico dolce a base di pasta reale e minuziosamente decorato, proprio come una vera pecorella. Divertiti in cucina con la nostra ricetta!

La pasta Martorana: bella fuori e dolcissima dentro

La pasta reale o Martorana prende il nome dalle suore della chiesa della Martorana a Palermo che la inventarono, è la base della famosa frutta Martorana, uno dei dolci più particolari della cucina isolana, tipico della festa dei Morticini (la Commemorazione dei defunti). In realtà della frutta ha solo l’aspetto: si tratta infatti di marzapane a base di farina di mandorle e zucchero che gli conferiscono un gusto molto dolce e saporito. La tradizione vuole che gli venga data la forma di un frutto – la mela, la pera, l’arancia, i limoni, perfino la frutta più particolare come i fico d’India, l’uva, la castagna o molto altro -, tutti riprodotti perfettamente fedeli agli “originali”. Negli anni tuttavia i pasticceri siciliani si sono sbizzarriti a creare tantissimi soggetti, sempre bellissimi fuori e dolcissimi dentro, da gustare tutto l’anno.

Prepariamo la Pecorella di Pasqua

Si avvicina la Pasqua e anche le tavole si preparano alla festa. Uno dei piatti della tradizione siciliana di questo periodo è la Pecorella di Pasqua. Si tratta di pasta Martorana a forma di pecorella appunto, riprodotta con dovizia di particolari. Vuoi cimentarti nella sua preparazione? Ti servirà uno stampo apposito e una buona manualità, ma il divertimento è assicurato. Eccoti la ricetta!

Ingredienti

1 kg di farina di mandorle

1 kg di zucchero

250 g di acqua

1 bustina vanillina

zucchero a velo q.b.

cioccolatini e decorazioni

Procedimento

In una pentola a fiamma bassa fai sciogliere lo zucchero nell’acqua. Unisci la farina di mandorle e la vaniglia. Mescola velocemente per ottenere un composto omogeneo e finché il composto non si stacchi dal tegame. Togli dal fuoco e versa la pasta su un piano di lavoro inumidito. Lasciala raffreddare e lavorala per compattarla. Prendi lo stampo, spolvera la prima metà con lo zucchero a velo e ricoprila con la pasta, avendo cura di farla aderire bene alla superficie. Chiudi con l’altra metà, anche questa spolverata di zucchero a velo. Con attenzione, esci la pecorella dallo stampo e sistemala, eliminando eventuali residui. È arrivato il momento di abbellirla: divertiti a ornarla come preferisci con cioccolatini e altre decorazioni. Buona Pasqua da Altasfera!